Croazia Europa

Diario di un weekend di fine estate in Istria

DSCN6752

Ogni anno vorrei che l’estate non finisse mai. Le giornate lunghe, le serate tiepide, le interminabili passeggiate. Un weekend fuori porta a settembre è quello che ci vuole per ingannare la mente e lasciarla tra le nuvole ancora un po’.

Qualche anno fa ho approfittato proprio dei primissimi giorni di settembre per passare un paio giorni in Croazia, tra le cittadine dell’Istria, a poche ore di macchina da casa, e ho scoperto degli scorci deliziosi.

Giorno 1

Partiamo di buon mattino, una breve sosta in autogrill per comprare la vignetta, un po’ di coda alla dogana per il controllo dei documenti e dopo qualche ora parcheggiamo l’auto in centro ad Umago (Umag). La presenza di turisti italiani è davvero massiccia, trattandosi della prima cittadina dopo il confine sloveno, quasi un quarto degli abitanti parla italiano e la cucina ricorda in parte quella veneta e quella friulana.

Il centro storico è davvero pittoresco, la piazza principale si affaccia sull’Adriatico ed è una perfetta cornice per il Duomo, dedicato all’Assunzione in cielo di Maria e al protettore della città, San Pellegrino. Tra le stradine lastricate vediamo palazzi in stile veneziano e ci immergiamo nell’atmosfera che pervade questa città, dove il tempo sembra scorrere lento.

DSCN6581

Pranziamo in riva al mare spendendo molto poco (rispetto ai prezzi italiani), facciamo un’ultima passeggiata e ripartiamo verso Parenzo (Porec), la nostra seconda tappa. Lasciamo l’auto appena fuori dal centro, in un grande parcheggio a pagamento, e iniziamo la visita passeggiando lungo la riva della baia. Il cuore della città è Piazza della Libertà, da qui risaliamo lungo il Decumanus, la via che attraversa il centro storico. Tra negozi coloratissimi e palazzi che riportano alla mente la mia amata Venezia, arriviamo all’attrazione più famosa della città, patrimonio dell’Unesco, la Basilica Eufrasiana. L’ingresso costa 40 kune (circa 6 euro) e la visita è davvero molto interessante, il complesso comprende il battistero ottogonale, il campanile, la basilica vera e propria e il palazzo vescovile. I mosaici bizantini all’interno sono bellissimi, in particolare quelli sopra l’abside, sono tra i migliori esempi di arte bizantina al mondo. Se siete stati a Ravenna, non faticherete a trovare delle somiglianze.

DSCN6704

DSCN6696

Continuiamo a gironzolare per Parenzo senza una meta precisa, tra stradine che muoiono sulla riva e dentro e fuori dai mille negozi acchiappa-turisti, fino al tardo pomeriggio, per poi tornare alla macchina. Qualche giorno prima ho prenotato da casa un hotel poco fuori dal centro, con piscina e centro benessere, che si rivelerà un’ottima scelta: camere pulite e spaziose, personale cordiale e piscina perfetta per un’oretta di relax.

Giorno 2

Dopo una ricchissima colazione chiudiamo le valigie e partiamo verso Rovigno (Rovinj). Durante il tragitto una pennellata di azzurro mi rapisce lo sguardo, è il Canale di Leme (Limski Kanal) o Fiordo di Lim, parco naturale, che si insinua nella costa per ben 9 km.

DSCN6811

Dopo le foto di rito riprendiamo l’auto e arriviamo a Rovigno, antico villaggio di pescatori. Parcheggiamo alla base della rocca e attraverso l’Arco dei Balbi entriamo nel centro storico, in Piazza Grande. Iniziamo a gironzolare tra le vie, tra case dall’architettura veneziana (eh si, anche qui!) e negozi di souvenir piccoli e graziosi.

2a-Rovinj (2)

Saliamo lungo le stradine acciotolate, scoprendo continui scorci sull’azzurro sotto di noi, fino alla Chiesa di Sant’Eufemia. Il suo campanile, replica di quello veneziano di San Marco, è il punto più alto della cittadina e la vista sul mare e sulle isolette dell’arcipelago è impagabile, scattiamo decine di foto prima di scendere.

Nel pomeriggio proseguiamo verso Pola (Pula), ultima tappa di questo breve tour. Parcheggiamo di fronte all’Anfiteatro Romano (detto anche Arena di Pola), il sesto più grande del mondo, davvero ben conservato; è il simbolo della città, il biglietto costa 40 kune e la visita dura circa un’oretta, tra serie di archi in pietra bianca e scorci che ricordano il Colosseo.

DSCN6831

Proseguiamo verso la zona pedonale del centro, attraversando l’Arco dei Sergi, detto anche Porta Aurea, una delle tre porte medievali della città insieme a Porta Gemina e Porta Ercole.

DSCN6835

Subito sulla destra vediamo il bar Uliks, dove i turisti non perdono l’occasione di scattarsi un selfie con la statua di bronzo di James Joyce a grandezza naturale, seduto sul terrazzo come se fosse in attesa di un caffè.

Arriviamo al Foro Romano, vero centro della vita cittadina del passato, dove sorgono il Palazzo Municipale e il Tempio di Augusto. Il Palazzo Municipale è uno dei più famosi della città e ora è sede dell’ufficio del sindaco. Il Tempio di Augusto è relativamente piccolo (circa 8×17 mt), in marmo bianco e con sei colonne corinzie, poggiato su un alto podio; negli anni la sua funzione è cambiata più volte, da chiesa a magazzino di grano e di recente è stato adibito a museo.

Poco più avanti visitiamo infine la Cattedrale dell’Assunzione della Beata Vergine Maria, costruita sui resti di un antico tempio romano, e ci lasciamo tentare dalle viuzze piene di negozi carinissimi.

In un batter d’occhio arriva sera e quindi il momento di riprendere l’auto per tornare a casa.

L’Istria è stata davvero una bella scoperta, una piacevole meta a un paio d’ore da Trieste.

2 Comments

  1. Eccomi qui Silvia! Sappi che per colpa tua abbiamo aggiunto al già fittissimo programma un’altra tappa, ossia il fiordi di Limski… ho trovato delle immagini splendide, e pensando che comunque sarà di strada e non porterà via molto tempo, non potevo lasciarlo fuori.
    Per il resto, confermi le impressioni che avevo avuto. Sono curiosissima di vedere Pula e salire sul campanile di Rovinj. Spero in un tempo clemente! Grazie di cuore delle dritte <3

    1. Hai fatto benissimo ad aggiungerlo Celeste, perché è davvero di strada. Volendo si può anche scendere fino alla riva, i colori sono splendidi.
      Io ho avuto solo due giorni per scoprire l’Istria e mi è piaciuta davvero tantissimo, sono curiosissima ora di seguirti per scoprire nuovi borghi da aggiungere alla mia wishlist!
      Un bacione e grazie a te di essere passata <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *