Pensieri sparsi

Pensieri di una mattina d’inverno

IMG-20120226-00033

Una domenica mattina di qualche settimana fa.

Porto tablet e colazione al parco vicino casa. Sembra che il mondo stia ancora dormendo e a farmi compagnia ci sono solo due passerotti a caccia di briciole. Adoro la sensazione di pace che si respira nelle prime ore della giornata, la leggera foschia dell’alba che si dirada e la luce del sole che si riflette sulle foglie cadute a terra e ancora bagnate dalla rugiada.

Silenzio, semplicità, i pensieri che corrono liberi, il freddo che punge un po’ la faccia.

Mi ritrovo senza motivo a pensare alla calma che provo nel guardare il mare d’inverno, la spuma che sbatte sulla riva, la spiaggia lontana dal brusio agostano, anche un po’ trascurata se vogliamo, ma così bella proprio perché vera. Ho la fortuna di abitare a non più di un’ora di macchina dal mare e non smette mai di stupirmi, con la sua forza, quello spirito indomito a cui devi arrenderti, una bellezza che non conosce il passare degli anni. E’ bello camminare sulla battigia senza incontrare anima viva, togliere le scarpe e sentire la sabbia fredda sotto i piedi.

Non so di preciso perché sto scrivendo questo post. Avete presente quando i pensieri iniziano a fluire da soli, senza una direzione precisa, e cominciano ad accavallarsi in testa? In momenti come questi il blog è la mia valvola di sfogo e mi rasserena sentire il rumore delle mie dita sulla tastiera e nient’altro.

E’ già passata una mezzora da quando sono arrivata. Nei weekend d’estate, a quest’ora del mattino, il parco risuona già di risate di bambini, di scampanellii di biciclette, mentre oggi c’è solo qualche ragazzo che porta a passeggio il proprio cane, e che mi fa un cenno col capo. E’ come un pigro risveglio mano a mano che l’aria si fa meno umida e il sole fa timidamente capolino, una carica di positività che fa bene al cuore, attimi così mi danno la carica per l’intera giornata.

Ricavatevi sempre dei momenti solo per voi, anche i più improbabili, momenti in cui lasciar viaggiare la mente senza che niente e nessuno vi disturbi. Perché viaggiare davvero è bello, ma sentirsi liberi con i propri pensieri lo è ancora di più.

alba_parco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *