Campania Italia

Vietri sul Mare, il mio angolo di paradiso in Costiera Amalfitana

Angolo di paradiso. Si chiama proprio così l’appartamento che ho affittato lo scorso agosto in Costiera Amalfitana, a Marina di Vietri sul Mare, un appartamento luminosissimo, vista mare, arredato nelle tonalità del bianco e del blu. E un angolo di paradiso si è rivelata Vietri sul Mare e la sua frazione marittima, Marina di Vietri appunto, una piccola oasi di pace in una Costiera che in agosto è letteralmente presa d’assalto dai turisti.

Vietri sul Mare è un paesino di quelli di una volta, dove tutti si conoscono, dove la sera ci si ritrova nella piazzetta con il vestito buono, dove al negozio di alimentari dopo averti visto una volta si ricordano i tuoi gusti. Un paesino che profuma di mare e di semplicità, un paesino che mantiene con amore la sua anima da borgo marinaro e che vanta la spiaggia di sabbia più estesa di tutta la Costiera, un paesino dove la tradizione nell’arte della ceramica rende una passeggiata in centro un caleidoscopio di colori.

Sono arrivata a Vietri sul Mare nel tardo pomeriggio di un caldissimo sabato di agosto e la prima sensazione è stata di pace, di cose semplici, proprio quello che cercavo quest’anno, un luogo dove staccare la spina da tutto e vivere senza programmi, decidendo giorno per giorno cosa fare e dove andare. Sdraiarsi al sole senza pensieri o scoprire i dintorni, sedersi per un aperitivo in piazzetta aspettando il tramonto, mangiare una pizza con un cornicione così alto e morbido come solo in Campania sanno fare.

vietri_tramonto

Vietri sul Mare è anche detta la porta della Costiera Amalfitana, perché è la prima che si incontra uscendo a Salerno ed è in una posizione perfetta per fare da base se si vogliono scoprire le bellezze della zona, da Amalfi a Positano e non solo. Oggi però vi voglio parlare di Vietri, voglio farvi vedere i suoi colori, portarvi con me in spiaggia e farvi accomodare in un ottimo ristorante.

La ceramica artistica

Vietri è famosa in tutto il mondo per le sue ceramiche, ovunque ci sono piastrelle decorate con i colori dell’estate, le vie del centro sono un susseguirsi di botteghe artigiane, una più bella dell’altra, impossibile resistere. Vasi e piatti, tavolini shabby-chic e lampadari, tazzine e piccole mattonelle, sono tantissimi gli oggetti che si possono trovare, tutti rigorosamente lavorati a mano, tutti con uno stile inconfondibile, con un’attenzione ai materiali e ai colori che si tramanda di padre in figlio.

vietri_ceramica

vietri_ceramica

vietri_ceramica

vietri_ceramica

vietri_ceramica

Due secondo me sono i simboli di questa antica arte della ceramica. Il primo è la cupola della Chiesa di S.Giovanni Battista, riconoscibilissima anche da lontano per le splendide maioliche gialle, verdi e azzurre, i tre colori della Costiera e dell’estate! Il secondo è il Palazzo della Ceramica Solimene, un’imponente costruzione dalla facciata ricoperta di vasi rossi e verdi, che ospita una delle fabbriche di ceramica più importanti d’Italia, con una tradizione centenaria.

Ma le ceramiche di Vietri sono anche parte integrante del paesaggio e dell’urbanistica, piastrelle coloratissime sulle facciate delle case, sulle panchine, lungo le murature ai bordi delle strade e soprattutto nella splendida Villa Comunale, che non dovete assolutamente perdere: una scalinata che scende dolcemente verso il mare, decorata con mattonelle dai colori vivaci, che ricorda quasi l’architettura di Gaudì a Parc Güell, e uno scenario che al tramonto regala attimi di magia.

vietri_villa_comunale

vietri_villa_comunale

 

La spiaggia

La spiaggia di Vietri è di sabbia grossa e dorata ed è la più grande della Costiera, alternando stabilimenti balneari a tratti liberi.

Il tratto più famoso è quello di fronte ai due faraglioni noti come i “Due Fratelli”, a cui sono legate varie leggende; due in particolare mi hanno colpita. La prima racconta la storia di due giovani pastori morti in mare con tutto il loro gregge nel tentativo di salvare una fanciulla dalle acque; la ragazza era la figlia del dio del mare ed egli, per ricompensare i giovani del gesto eroico, li trasformò in scogli, mentre le loro pecore vennero tramutate in pietre più piccole disposte tutt’intorno. La seconda narra invece che i due faraglioni rappresentino l’abbraccio in punto di morte di un guerriero saraceno e uno salernitano che scoprirono di essere fratelli solo prima di perire in duello l’uno contro l’altro.

vietri_due_fratelli

Dove mangiare a Vietri

Vi consiglio due ottimi ristoranti, che ho adorato sia per l’arredamento che per la bontà dei piatti.

Evù – Tavolini bianchi, piatti in ceramica vietrese, bicchieri colorati, questo piccolo ristorante è una vera chicca nel centro storico di Vietri, dove gustare degli ottimi primi sia di mare che di terra. Il mio consiglio: linguine agli scampi, da leccarsi i baffi!

vietri_dove_mangiare

7Cuochi&Fuochi – Arredi dai colori pastello, legno, bianco, dettagli curati e dolcemente retrò, questo ristorante si trova a Marina di Vietri, a pochi passi dalla piazzetta centrale e dalla spiaggia. Il mio consiglio: paccheri al pescato del giorno, un trionfo di sapori mediterranei, oppure un gigantesco panino!

vietri_7cuochifuochi

E se siete a Vietri in agosto..

Ah, mi raccomando, se siete a Vietri nella settimana di ferragosto, non perdetevi la processione della sera del 14 agosto, in cui si festeggiano Santa Maria, Sant’Antonio e San Francesco; durante le varie fermate della processione viene reso omaggio ai Santi con i fuochi d’artificio, uno spettacolo bellissimo. E poi, diciamocelo, i fuochi in riva al mare sono super romantici!

20160814_195513939_ios

vietri_fuochi

20160814_190805587_ios

4 Comments

    1. Grazie a te per questo bel commento! <3
      La Costiera è colore allo stato puro e Vietri mi ha stupita; spesso passa in secondo piano a favore delle più famose Amalfi o Positano, ma merita davvero, e soprattutto e vivibilissima perché non è super affollata.

  1. Ma è meraviglioso questo post! A-d-o-r-o la Villa Comunale con quell’architettura così particolare!
    Purtroppo non sono mai stata in costiera amalfitana ed è una cosa imperdonabile, lo so :\ spero di riuscire ad andarci presto, è nella mia wishlist da parecchio ormai!

    PS. splendide foto, quella con il tramonto è semplicemente… WOW

    1. Grazie Diletta, sei carinissima! 🙂
      Io sono stata in Costiera per la prima volta quest’estate e devo dire che è splendida: cittadine bellissime e tramonti sul mare, colori dell’estate, cibo eccezionale.. e poi da lì si arriva in pochissimo tempo a Napoli, Pompei, alla Reggia di Caserta.. insomma non ci si annoia proprio!
      E se come me ami i colori, Vietri è perfetta, sono stata ore a curiosare nei negozi di ceramica! 🙂
      Ti auguro davvero di riuscire ad andarci, se ti dovessero servire delle informazioni sono qui 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *