Europa Slovenia

Bled: lago, millefoglie alla crema e castello

Cosa vedere al lago di Bled. Storia di un’isola al centro del lago, di una millefoglie alla crema e di un castello antico.

 

Lago di Bled, piccolo e bellissimo

Cigni bianchi e il riflesso delle colline circostanti sull’acqua. Un’isola al centro. Una chiesa sull’isola e una campana dei desideri al suo interno. È da qui che inizia la mia giornata al lago di Bled.

Bled si trova nell’Alta Carniola (Gorenjska), nella Slovenia nord-occidentale, e negli ultimi anni ha assistito ad un incremento notevole del flusso turistico, legato in gran parte allo scenario da cartolina del suo lago. Il lago di Bled (Blejsko jezero), infatti, è la vera perla di questa regione, un bacino di origine glaciale incastonato ai piedi delle Alpi Giulie, completamente immerso dal verde.

lago di bled

lago di bled

Al centro del lago c’è una piccola isola (Blejski otok), l’unica isola naturale della Slovenia, un pezzetto di terra di poche centinaia di metri quadrati che è un concentrato di bellezza. Si dice addirittura che chi non la visiti non possa dire di aver realmente capito Bled. Nel dubbio, quindi, andateci! 🙂

Il mezzo più affascinante per raggiungere l’isola è la tipica imbarcazione di Bled, la pletna. Si tratta di un’imbarcazione a fondo piatto e con la prua appuntita, solitamente con il tetto coloratissimo, che il barcaiolo dirige usando due remi e stando in piedi. In poco meno di venti minuti la pletna compie il tragitto dalla riva all’isola, scivolando silenziosamente e senza fretta sulle acque limpidissime del lago.

Mano a mano che ci si avvicina, l’isola si svela e la collinetta verde che si vede dalla riva del lago assume forma e colori. ?

La pletna riparte tipicamente dopo 45 minuti e, credetemi, sono sufficienti. Salite i 99 scalini ed entrate nella chiesa che domina l’isola; in passato era un tempio dedicato alla dea slava dell’amore, mentre oggi è dedicata a S.Maria Assunta. La prima cosa che si nota è una fune di fronte all’altare, che serve per far suonare la campana. Fatelo, tiratela per ben tre volte, perché la leggenda narra che così facendo i rintocchi della “campana dei desideri” facciano avverare i propri sogni. Io ci ho provato, tentar non nuoce!

lago di bled

Dopo la visita alla chiesa è possibile salire sul campanile, per ammirare il lago dall’alto dei suoi 52 metri. Potete anche dare un’occhiata al negozio di souvenir, prendere qualcosa al bar e passeggiare tutt’intorno all’isola, è talmente piccola che vi basteranno pochi minuti. È come girare la piazzetta di un paesino con una manciata di passi.

lago di bled

lago di bled

lago di bled

lago di bled

 

Kremna Rezina, una dolcezza alla crema

Parliamo adesso della Bled cake o Kremna Rezina, la dolcissima millefoglie alla crema caratteristica di Bled. Due strati di pasta sfoglia che racchiudono una quantità esageratamente buona di crema pasticcera e panna montata. Se volete assaggiare l’originale dovete andare all’Hotel Park, sul lungolago: perfetto per una merenda con vista! È proprio qui che nel 1953 è nata questa bomba calorica, dalle mani del mastro pasticcere Ištvan Lukačević, ed è qui che ogni anno ne vengono prodotte ben cinquecentomila.

lago di bled cosa vedere

Ora vi svelo la storia e la ricetta:

Innanzi tutto, Lukačević preparò una leggere pasta sfoglia, la ripiegò su se stessa sette volte e la lasciò riposare fino al mattino seguente, quando la mise a cuocere e, una volta cotta, la fece raffreddare. Preparò una crema pasticcera liscia usando solo gli ingredienti migliori, continuando a mescolare la fece bollire per sette minuti esatti e, ancora bollente, vi incorporò gli albumi montati a neve ben ferma e versò il delicato composto sulla sfoglia cotta. Una volta raffreddata la crema, la ricoprì prima con abbondante panna montata zuccherata e poi con un secondo strato di pasta sfoglia. Per finire, spolverò il dolce di zucchero a velo vanigliato e lo tagliò in quadrati di 7 centimetri di lato. (Credits: Hotel Park)

Piccolo consiglio: se siete in due, una fetta basterà per entrambi! 🙂

 

Il castello di Bled

Sopra il lago di Bled fa capolino il castello, uno dei più antichi di tutta la Slovenia, costruito più di 1000 anni fa, dopo che l’imperatore germanico ebbe donato i possedimenti di Bled al vescovo di Bressanone.

lago di bled

La visita del castello richiede almeno un paio d’ore e inizia dalla terrazza inferiore, dove si ha una prima vista panoramica sul lago e dove non dovete assolutamente perdere l’antica tipografia. È possibile vedere il funzionamento di una vecchia stampatrice e capire come venivano create tante piccole meraviglie.

(Dai miei pensieri sparsi)

Sono rimasta in silenzio ad osservare come veniva creata una stampa, a guardare mani esperte che sfioravano la pergamena, la posizionavano, imprimevano un’immagine; e poi un tocco di rosso, quel sigillo in ceralacca che mi ha ricordato la nobiltà di un tempo. E ho pensato che una lettera o un piccolo quadro fatti con così tanta cura raccontano sempre qualcosa di chi li crea. Ho pensato ad una lettera d’amore scritta a mano, anche semplice, anche a penna su di un foglio a quadretti, di quelle in cui inizi a scrivere e poi ti ritrovi con un romanzo perché quel foglio non può contenere il tuo cuore. E io ancora oggi le scrivo queste lettere, a mano, e ci metto un po’ di me, perché l’amore che ho sempre cercato e che cerco di dare è quello che si sa prendere del tempo per scrivere in silenzio, per raccontarsi e per creare la propria piccola opera d’arte.

lago di bled_castello

lago di bled_castello

lago di bled_castello

Passate alla terrazza superiore, da cui il colpo d’occhio sul lago e sulla piccola isola è incomparabile. Si vedono i borghi circostanti, le Alpi Giulie e il Triglav, la montagna più alta della Slovenia. Da togliere il fiato.

lago di bled

Dedicatevi poi agli altri ambienti del castello che si affacciano sulla terrazza. La cappella gotica, dedicata ai patroni della Diocesi di Bressanone, S.Alboino e S.Ingenuino. Il laboratorio del fabbro, che racconta un’arte che si tramanda da generazioni, grazie ai giacimenti di minerali di ferro presenti nei dintorni di Bled. Il Museo Nazionale della Slovenia, dove è ospitata una mostra permanente che ripercorre la storia e le tradizioni di Bled e dello stato sloveno, a partire dalla formazione del paesaggio e dai primi ritrovamenti preistorici, per arrivare agli oggetti di artigianato e alla ricostruzione di scene di vita quotidiana.

Infine salite sulle mura, per vedere parte del castello e del lago da un’altra prospettiva, la mia vista preferita in assoluto.

lago di bled_castello

 

Informazioni pratiche

Bled si trova a poco più di un centinaio di chilometri dal confine italo-sloveno, ad una mezz’ora di auto da Lubiana.

Il giro sulla tradizionale pletna (A/R) costa 14 euro.

Il biglietto d’ingresso alla chiesa di S.Maria Assunta costa 6 euro e comprende anche la salita sul campanile.

Il biglietto d’ingresso al castello costa 10 euro.

(I prezzi sono aggiornati ad aprile 2017)

 

14 Comments

  1. Io sono fresca fresca di Lubiana, e già sono innamorata persa della Slovenia.
    Volevamo inserire il lago di Bled nel giro estivo, questo tuo post è perfetto, c’è tutto quello che occorre sapere! Se riesco in settimana provo a cucinare la kremna rezina, ne abbiamo assaggiata una che era la fine del mondo… ma concordo che un pezzo in due è sufficiente!

  2. Sai che anch’io mi sono innamorata della Slovenia? Sto già pensando a quando tornare! 🙂
    Sono felicissima che questo post ti possa essere utile e non vedo l’ora di sapere come va con la kremna rezina “self-made”… io vorrei provare a farne anche una versione light, giusto per fingere che mi interessi la prova costume 🙂
    Un abbraccio

  3. Incredibile! Praticamente hai percorso le mie stesse vie! 😀 Hai visto che spettacolo il Lago di Bled? Una meraviglia inaspettata… Esattamente come quel mega dolce iper cremoso e dietetico che è la Bled Cake. Bellissimo anche il castello e devo dire che con le foto hai reso benissimo. Un abbraccio cara!

    1. Ciao Roberta! Troppo bello il lago! Me ne ero innamorata già da casa da tutte le foto che circolano sul web nell’ultimo periodo e devo dire che ha superato le aspettative! E non parliamo della Bled Cake, l’anti prova-costume! 😉
      Grazie mille, un abbraccione anche a te!

  4. Che meraviglia Bled! Ci sono stata due volte, l’ultima giusto un paio di settimane fa, e la adoro. Come mi rilassa passeggiare intorno al lago *_* anche se è un posto iper turistico ci tornerei ancora e ancora!
    La Kremna Rezina è difficilissima da finire, le porzioni sono enormi! 😀
    Però ne mangerei un’altra fetta volentieri anche adesso. Quanta bellezza!

    1. Concordo con te: anche se è molto turistico, questo non intacca per nulla il suo fascino, sarei stata ore sia sul lungolago che sull’isoletta, il panorama è troppo bello!!
      Non vedo l’ora di tornare in Slovenia per scoprire anche altre zone! 🙂

    1. Bled fa un po’ questo effetto, te ne innamori e ti resta dentro! La Kremna Rezina è dolcissima e ti consiglio di considerarla non come il dessert alla fine di un pasto, ma come un pasto vero e proprio!! 🙂 🙂 🙂

  5. Che meraviglia! Ho il cuore che mi dice sottovoce ‘dai, partiamo subito’, e io che penso ‘magari…’
    Purtroppo Bled mi manca, perché quando sono stata io in Slovenija e a Lubjana faceva troppo freddo e avevo il piccolo di 9 mesi. Ma sicuramente ho un motivo super valido per tornarci e di sicuro lo farò 😉

    1. Tra un po’ allora dovrai organizzare una gita con tutta la famiglia, magari approfittando della bella stagione. 🙂 Il lago di Bled è un luogo perfetto per staccare la spina e se ti dovesse servire qualche informazione fammi sapere!

    1. Ciao Mariateresa, l’aeroporto più vicino è quello di Lubiana, che dista meno di 40km da Bled. Purtroppo però non credo che da Napoli ci sia il volo diretto, quindi una soluzione (se non vuoi fare scali) potrebbe essere quella di atterrare a Trieste e noleggiare una macchina. Potresti quindi visitare Trieste, davvero bellissima (se non ci sei mai stata ti consiglio il castello di Miramare, trovi alcuni articoli anche qui sul blog), spostarti poi a Bled (che dista un’ora e mezza di auto) e approfittarne per scoprire anche Lubiana!
      Grazie di essere passata, se ti dovessero servire altre informazioni sono qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *