#mytravelwishes Rubriche

Traveldreams 2019: si viaggia in tre!

Quest’anno è stato il più bello della mia vita. Se mi seguite, sapete infatti che da qualche mese sono diventata mamma di un esserino che mi ha sconvolto le giornate. Un amore così puro che stento ancora a crederci. Un anno che, se dal punto vista familiare è stato perfetto, è stato però piuttosto povero di viaggi a causa di una gravidanza complicata. Ho quindi grandi aspettative per il nuovo anno, per il 2019 che ci vedrà per la prima volta viaggiare in tre. Ci sono cinque destinazioni che mi attirano tantissimo e spero che metterle nero su bianco come da tradizione sia di buon auspicio. Ecco le mie scelte.

 

1. VEDERE I PUFFIN IN ISLANDA

Il Nord Europa continua a chiamarmi. Dopo essere stata a Copenhagen sento la necessità di scoprire molto altro. Da Stoccolma ai fiordi norvegesi, dalla Lapponia all’Islanda. Ed è proprio l’isola di ghiaccio e di fuoco ad avermi stregata: non vedo l’ora di percorrere la Ring Road, di vedere i puffin nel loro habitat naturale e di rilassarmi alla Blue Lagoon. Un territorio ancora selvaggio, tra geyser e cascate, spiagge nere e vulcani, un’esperienza più che un viaggio.

 

2. ASSISTERE AD UNO SPETTACOLO DI FLAMENCO A SIVIGLIA

Plaza de España e l’Alcazar sono solo due dei motivi che mi portano a desiderare Siviglia per il prossimo anno.  Dopo Barcellona e Madrid è giunto il momento di scoprire le bellezze dell’Andalusia e da quale città iniziare se non da Siviglia? Vorrei dedicarle almeno tre o quattro giorni, perdermi tra i marmi e le ceramiche coloratissime di Plaza de España e passeggiare nel barrio di Santa Cruz, ammirare l’architettura mudéjar dell’Alcazar e quella moderna del Metropol Parasol. E concedermi una serata speciale in uno dei tanti tablaos flamencos, per assistere ad uno spettacolo di quello che è stato dichiarato patrimonio culturale immateriale dall’Unesco.

 

3. ALLOGGIARE IN UN RIAD IN MAROCCO

I colori e i profumi del Marocco si sono affacciati prepotentemente nei miei desideri negli ultimi mesi, complice un libro di Tahar Ben Jelloun. Voglio visitare le città imperiali e addormentarmi sotto le stelle nel deserto, assaporando questo spicchio d’Africa con tutti i sensi. Tessuti conciati stesi ad asciugare al sole, aromi speziati che invadono l’aria, dettagli che decorano ogni angolo. Da Marrakech a Casablanca, da Rabat a Fez, da Essaouira, la città del vento, a Checfchaouen, la città blu, per un road trip di una decina di giorni. E tra una visita e l’altra voglio rilassarmi in uno dei tanti deliziosi riad marocchini, tra piastrelle, mosaici e stoffe colorate.

 

4. NON SOLO INGHILTERRA, MA ANCHE IRLANDA E SCOZIA 

Tre sono i desideri se si parla di Regno Unito. Passare un weekend a Dublino per visitare la biblioteca del Trinity College e sorseggiare una buona birra in un pub del Temple Bar. Tornare a Londra per la terza volta e usarla come base di partenza per visitare Brighton, Bath e i villaggi delle Cotswolds. E infine fare un on the road in terra scozzese, tra laghi, scogliere e romantici castelli. Voglio scoprire Edimburgo, che sembra affascinare ogni viaggiatore, passare una giornata sull’isola di Skye e immortalare il castello di Dunnottar.

 

5. TORNARE NEGLI STATI UNITI

Dopo New York e dopo la California e i Parchi dell’Ovest, la mia dipendenza dagli Stati Uniti non si è placata, anzi! Ne sento nuovamente il forte richiamo. E questa volta sogno un on the road lungo la costa atlantica, dalla Nuova Scozia a Boston a Philadelphia fino alla Florida. Estate o autunno potrebbero essere le stagioni ideali. I parchi e gli avvistamenti di balene in Nuova Scozia, le case in mattoni rossi lungo le vie di Boston, la scalinata di Rocky a Philadelphia, le lunghe spiagge di Miami, sono tantissime le voci nella mia bucket list per questo viaggio, non ultima una toccata-e-fuga a New York per passare qualche ora a Brooklyn e tornare a Central Park con un libro tra le mani.

 

E ora tocca a voi, cosa sognate per il 2019?

8 Comments

  1. Che belli questi tuoi traveldreams e soprattutto che emozione sarà viaggiare per la prima volta in tre! Poi ci racconterai di questa nuova esperienza 🙂
    Ti auguriamo un giorno di poter vedere l’Islanda, secondo noi è uno di quei viaggi che rimane dentro indelebilmente. Ti mette a confronto con te stesso; la solitudine diventa un’emozione fortissima ma bellissima.
    Un abbraccione e un saluto dai Lemuri

    1. Grazie Lemuri!! Sono davvero emozionata all’idea di viaggiare con il piccolino, ha già dato segno di essere un viaggiatore: a casa piange, non appena usciamo diventa un angioletto! 🙂
      L’Islanda è un viaggio che sogno da molto, speriamo che il 2019 sia l’anno giusto!
      Un abbraccione ragazzi

  2. Io ho cercato di tenere i piedi per terra, perché l’anno prossimo sarà complicato viaggiare. Tra le mete che mi piacerebbe vedere però c’è assolutamente l’Islanda!

    1. L’Islanda penso sia uno dei sogni di viaggio più belli, natura allo stato puro! Io so già che l’anno prossimo non potrò realizzare tutti questi traveldreams (sia per i giorni di ferie che sarebbero necessari sia per il budget), ma ogni tanto è bello viaggiare con la fantasia.. e comunque spero di riuscire a farne almeno un paio 🙂

  3. L’Islanda è nei miei travel dreams praticamente da quando ho imparato a dire “travel dreams” 😉 Continuerà ad esserlo ancora per un po’ perché di solito ho le ferie ad agosto, proprio il mese più caro per viaggiare e per di più ho letto che non è semplice trovare posti in cui dormire nelle guesthouse islandesi in piena estate, per cui questo sogno continuerà a restare nel cassetto per il momento. Dormire in un riad in Marocco… un’esperienza che mi incuriosisce davvero molto.
    Ti auguro di realizzare i tuoi sogni e intanto buone feste

    1. Hai centrato il punto Silvia! Il vero motivo per cui l’Islanda è ancora un traveldream è proprio il costo in estate, stagione in cui sia io che mio marito abbiamo le ferie.. sto cercando di capire come organizzare il viaggio senza vendere un rene 🙂
      Incrocio comunque le dita per il prossimo anno, voglio essere ottimista!
      Un bacione

  4. Ti auguro di esaudirli tutti questi viaggi, perchè sono uno più bello dell’altro. L’Islanda è potenza pure, Siviglia è il mio posto nel mondo (tanto per citare Fabio Volo) e gli Stati Uniti il mio grande travel dreams del 2019, quindi non posso che essere più che d’accordo con te. Ti auguro di cuore di poterne realizzare il più possibile. Tanti auguri di buon anno. Un abbraccio

    1. L’Islanda è un tuffo al cuore ogni volta che ne vedo una foto, sto cercando di trovare un buon compromesso tra periodo e costo. Siviglia mi sta chiamando con insistenza, penso sia la mancanza della Spagna che si fa sentire. Gli Stati Uniti per me sono il top, molti soffrono di mal d’Asia mentre io ho il mal d’America! Grazie mille Marghe, tanti auguri e tanti viaggi anche a te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *