Europa Ungheria

Budapest in un giorno: cosa vedere assolutamente nella capitale ungherese e come organizzare il viaggio

Cosa vedere a Budapest in un giorno: itinerario a piedi nella capitale ungherese e consigli utili per organizzare il viaggio.

 

Se la chiamano “la Parigi dell’Est” un motivo ci sarà. Elegante e raffinata, un contrasto di stili e di atmosfere, Budapest è sorprendente. La sua storia è ben visibile, dagli influssi russi a quelli turchi alla ricostruzione del Dopoguerra, dal comunismo all’insurrezione anti-sovietica del 1956, ed è proprio questo che mi ha colpita dritta al cuore, il fatto che la bellezza e la rinascita non cancellino la memoria del passato. Larghi boulevard e buie stradine strette, sfarzosi edifici in stile rinascimentale e ruin pubs, la maestosità del castello e lo scorrere del Danubio, tante facce per una sola città. Vivace, cosmopolita, moderna ma con quell’irresistibile aria a tratti fintamente decadente.

Budapest è stata l’ultima tappa di un (purtroppo troppo breve) on the road che ci ha visti toccare anche Praga e Bratislava e rimpiango di non averci passato più giorni, considerate le tantissime cose da vedere. Ma tant’è. Divisa in due dal Danubio, è formata da Obuda, Buda e Pest, che originariamente erano tre città distinte e che solo nel 1873 si unirono sotto il nome di Budapest. Obuda (letteralmente “antica Buda”), sulla riva occidentale, è la più antica, originariamente un insediamento celtico passato poi sotto il dominio romano. Buda, sempre sulla riva occidentale, è il nucleo vecchio dell’odierna Budapest e Pest, sulla riva orientale, è la zona più moderna e centro amministrativo della città. Più ricca Buda e più povera Pest, sono le due facce più note della stessa medaglia.

Se, come è successo a noi, avete poco tempo a disposizione per scoprire la capitale ungherese, questo itinerario vi potrà essere d’aiuto. Vi racconto infatti cosa vedere a Budapest in un giorno, seguendo quelle che secondo me sono le cose da non perdere.

 

Cosa vedere a Budapest in un giorno 

Budapest in un giorno: cosa vedere a Pest

Il Parlamento

Partiamo dal Parlamento, forse la prima cosa che si nota arrivando a Budapest, maestosamente affacciato sul Danubio. È il più importante edificio dell’Ungheria, con dei numeri da capogiro: è lungo 268 metri e largo 118, ha una superficie di 17.700 metri quadrati, 691 stanze e ben 27 ingressi. La vista migliore? Senza dubbio dall’alto dei Bastioni dei Pescatori, il punto perfetto per ammirarne la grandezza.

La Basilica di Santo Stefano

La Basilica di Santo Stefano è il cuore religioso di Budapest ed è enorme, nel vero senso della parola. Pensate che può arrivare a contenere ben 8.500 persone, più degli abitanti della mia città! Gli interni sono splendidi, decorati con stucchi, mosaici e ben 55 tipi diversi di marmo ungherese. Ha due campanili e, per non farsi mancare nulla, la campana di quello di destra è la più grande d’Ungheria.

cosa vedere a budapest in un giorno

Viale Andrássy

Viale Andrássy (Andrássy út) è la via dello shopping per eccellenza di Budapest e dal 2002 è Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Elegante, moderno, su cui si affacciano palazzi in stile rinascimentale che ospitano negozi di lusso e locali.

Piazza degli Eroi

In un itinerario per scoprire Budapest in un giorno non può mancare una sosta in Piazza degli Eroi (Hősök tere), proprio alla fine di Viale Andrássy. Qui si affacciano il Museo di Belle Arti, uno dei musei d’arte più ricchi del mondo, e il Palazzo delle Esposizioni, mentre al centro svetta una colonna bianca sulla cui cima si trova una statua dell’arcangelo Gabriele che tiene nella mano destra la corona di Santo Stefano. Attraversando la piazza si accede subito al parco cittadino (Városliget), al castello Vajdahunyad e alle terme.

cosa vedere a budapest in un giorno

Il Parco Civico

Come vi ho appena detto, alle spalle di Piazza degli Eroi si apre il Parco Civico, il più antico della città. Un luogo in cui concedersi qualche ora di relax, tra una passeggiata in riva al lago, i bagni termali Széchenyi e il castello Vajdahunyad. Noi abbiamo avuto la fortuna di trovare anche un grazioso mercatino artigiano in cui era possibile acquistare piccoli oggetti fatti a mano e assaggiare qualche prelibatezza locale, rigorosamente iper-calorica.

 

Budapest in un giorno: cosa vedere a Buda

A Buda dovete assolutamente vedere due cose su tutte, la Chiesa di Mattia e il Bastione dei Pescatori. Arrivare a Buda partendo da Pest è molto semplice, basta prendere l’autobus che dal Ponte della Libertà arriva proprio in cima alla collina in una decina di minuti.

La chiesa di Mattia

È uno degli edifici sacri più noti della città, dedicato originariamente alla Vergine Maria e rinominato poi in onore del re ungherese Mattia Corvino, che qui si sposò ben due volte. Il tetto è bellissimo, completamente ricoperto di piastrelle colorate che a tratti mi hanno ricordato quelle del Duomo di Vienna.

cosa vedere a budapest in un giorno

Il Bastione dei Pescatori

Il mio posto preferito a Budapest è senza dubbio questo bastione sulla riva del Danubio, a pochissimi passi dalla Chiesa di Mattia. È caratterizzato da sette torri che rappresentano le sette tribù magiare che in passato hanno conquistato il regno d’Ungheria. Da qui e delle terrazze panoramiche si gode di una vista invidiabile su Pest e sull’isola Margherita.

cosa vedere a budapest in un giorno

cosa vedeer a budapest in un giorno

 

Budapest in un giorno: i ponti sul Danubio

Le due sponde di Budapest sono collegate da 8 ponti, di cui 7 anche pedonali. Ma quali sono i più belli? Sicuramente il Ponte della Catene e il Ponte della Libertà. Il Ponte delle Catene (Széchenyi Lánchíd), costruito nel XIX secolo per volere del conte Széchenyi, è il più famoso di Budapest e il simbolo della città, con i suoi 375 metri di lunghezza. Il conte lo fece realizzare dopo che a causa dell’acqua gelata non era riuscito ad assistere al funerale del padre. Il momento migliore per ammirarlo è a partire dall’imbrunire, quando viene illuminato da centinaia di lampadine e rende magica la riva del Danubio.

cosa vedere a budapest in un giorno

Il Ponte della Libertà (Szabadság híd) è leggermente più corto, circa 333 metri, ed è considerato uno dei ponti più belli del mondo, una splendida struttura in ferro in stile Art Nouveau. Venne costruito nel 1896 in occasione del Millennio dell’Ungheria e fu originariamente dedicato a Francesco Giuseppe che per l’inaugurazione piantò l’ultimo chiodo d’argento.

 

Ovviamente Budapest è anche molto altro rispetto a questo itinerario di un giorno, ma se il tempo è limitato è possibile comunque farsene un’idea per capire che vale la pena tornare per esplorarla come merita. Se avessimo avuto più giorni a disposizione avremo certamente visitato il Palazzo Reale, la Sinagoga Grande e il Castello di Buda, preso parte ad una delle tante visite guidate al Parlamento e ci saremmo concessi un pomeriggio di puro riposo all’isola Margherita. Ma sarà per la prossima volta.

 

Come organizzare un viaggio a Budapest

Organizzare un viaggio a Budapest (anche di più giorni) è fortunatamente molto semplice, di seguito vi dò qualche piccola indicazione.

  • Come arrivare – Il metodo più veloce per arrivare a Budapest è sicuramente l’aereo, considerato anche il fatto che la capitale ungherese è servita da molte compagnie low cost. L’aeroporto dista meno di 30km dal centro città ed è ben  collegato dall’autobus 200E. Se abitate nel Nord Italia, meglio ancora nel Triveneto, potete prendere in considerazione di arrivare a Budapest in macchina. Noi ad esempio abbiamo scelto proprio di muoverci con la nostra auto abbinare anche la visita di Praga e di Bratislava in completa autonomia.

  • Come muoversi – Budapest si gira tranquillamente a piedi ma se avete poco tempo a disposizione potete sfruttare la rete dei trasporti pubblici (metropolitana, tram e autobus) che vi aiuterà a velocizzare gli spostamenti, ad esempio tra Buda e Pest e viceversa. Un biglietto, che vale per i vari mezzi, costa 350HUF.

  • Dove alloggiare – A mio avviso la soluzione migliore è alloggiare a Pest. Oltre ad essere più moderna, è qui che si concentrano la maggior parte dei locali e dei negozi ed è qui che c’è “vita” anche dopo cena. 

  • Budapest Card – Conviene o non conviene comprare la Budapest Card? Dipende. Se avete intenzione di entrare nei musei e nelle altre attrazioni la risposta è sì, perché potrete usufruire di gratuità e sconti e inoltre potrete viaggiare senza limitazione su tutti i mezzi pubblici. Ci sono Card da 24, 48, 72, 96 e 120 ore. Per maggiori informazioni potete consultare il sito ufficiale.

  • Valuta – In Ungheria non si usa l’euro, quindi prima di partire potrebbe essere una buona idea cambiare qualche euro in fiorini ungheresi (HUF), 1€ corrisponde a circa 320HUF. Se volete cambiare in loco abbiate l’accortezza di farlo nei Change presenti in città e non ad esempio in aeroporto dove il cambio non è affatto conveniente a causa delle commissioni. In ogni caso non saranno necessarie grandi cifre perché la carta di credito è sempre bene accetta.

 
 

4 Comments

  1. Budapest è bellissima, molto simile alla mia Praga per certi versi, e allo stesso tempo diversa anni luce. Sei stata bravissima a far entrare tutto in una giornata però!! Io sono stata due giorni e mezzo eppure Piazza degli Eroi l’ho vista davvero troppo superficialmente… però abbiamo goduto di una vista privilegiata del parlamento sull’acqua! Mi piacerebbe tornare, anche se non è tra le mie priorità. Vedremo! Un bacione Silvia!

    1. Anche a me piacerebbe molto tornare, perché ci sono tantissime cose che vorrei vedere e altre che vorrei approfondire. E poi vorrei andare alle terme! Purtroppo spesso il tempo è tiranno..
      Un bacione cara e grazie di essere passata!

  2. Ormai mi sono convinto: Budapest è da vedere, ci sono troppe cose che, solo vedendo le foto, mi ispirano!
    Grazie per i consigli, hai visto e fatto tantissime cose in un solo giorno!

    1. Diciamo che è stato un giorno molto intenso! Ma devo assolutamente tornare perché voglio assaporarla con calma e vedere ciò che mi manca.
      Grazie a voi di essere passati, un bacione ragazzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *