Pensieri sparsi

Come sono cambiata diventando mamma: riflessioni a cuore aperto

Non amo molto scrivere di me, ho una sorta di pudore nel raccontare i miei sentimenti più intimi, nel condividere in rete le mie emozioni. Se si tratta di viaggi sono un libro aperto, ma quando l’argomento è la mia famiglia tendo a chiudermi a riccio, come a voler inconsciamente proteggere il mio bene più prezioso. Ho scritto queste righe un pomeriggio di qualche settimana fa, mentre stavo aspettando il mio turno in un ambulatorio medico. Non avevo voglia di leggere, non avevo voglia di usare i social, e mi sono ritrovata a sfogliare la galleria dello smartphone per vedere le ultime foto scattate a Nico. Ce n’era una in cui i suoi occhi sorridevano per me, una foto rubata mentre stavamo giocando insieme nel lettone. E rivedendola ho sentito l’urgenza di provare a mettere nero su bianco i pensieri che affollavano la mia mente, di dare un po’ d’ordine a questo amore travolgente. Ecco quindi un pezzetto del mio cuore. Sono stata indecisa fino all’ultimo sul pubblicarlo o meno, se lo leggerete vi chiedo solo di averne cura. 

Diventare mamma ti rende fragile.
La paura che non respiri durante il sonno, la paura che si faccia male, la paura di non essere all’altezza.
Una sensazione nuova, spaventosa e disarmante, quella di non saper più andare avanti senza questo piccolo esserino tutto sorrisi e profumo di latte. La consapevolezza di non poterlo proteggere da tutto e da tutti. La certezza che prima o poi soffrirà, che sia per un ginocchio sbucciato o per una pena d’amore. La triste verità che prima o poi non sarai più la donna della sua vita.

Diventare mamma ti rende forte.
Saresti in grado di scalare l’Everest a mani nude per lui. Le tue debolezze diventano punti di miglioramento. Se prima era semplice appoggiarsi a qualcuno adesso ti sembra quasi un dovere farcela da sola per dimostrare a tuo figlio che sei invincibile. Non esiste sonno, stanchezza, dolore a cui non passeresti sopra in un secondo per esserci per lui.

Diventare mamma ti rende scema.
Voci assurde, canzoni in rima di cui ridi tu stessa per prima, balletti improponibili, giochi di ogni tipo. E tutto solo per farlo ridere, per sentirti bambina con lui.

Diventare mamma ti cambia fuori.
La pancia piatta ti costa fatica.
Le occhiaie non sono più il ricordo di serate in discoteca.
Le gambe diventano più toniche, lunghe passeggiate prima e rincorse poi.
Il tuo cuore si espande a dismisura perché ogni minuto lui se ne prende un pezzetto.
Il tuo viso mostra ogni giorno nuove rughe perché sorridi sempre.
Sembri più giovane perché la felicità ti fa bella.

Diventare mamma ti cambia per sempre.
Perché io ora non sono più solo Silvia, sono “mamma”, come mi chiami tu da qualche settimana.
Grazie amore mio

2 Comments

  1. Che tenera che sei… Mi piace questo aspetto dell’età: diventi più giovane diventando madre. Bellissimo. Forse nessuno l’ha mai detto (tutte a parlare di corpo che cambia e robe varie). E per fortuna, non parli nemmeno di depressione post partum. Scusami ma sono stanca di leggere solo di aspetti negativi legati alla maternità e felice quando leggo esperienze positive come la tua <3

    1. Grazie cara, sei sempre un tesoro. <3 Sarei ipocrita a dire che non ci sono stati momenti difficili, che il parto è stata una passeggiata, eccetera eccetera.. ma in tutta onestà c'è forse qualcosa nella vita che non richieda impegno? E mai come questa volta sono stra-felice! E chissenefrega se ci ho impiegato mesi a smaltire qualche chilo, io mi vedo davvero più bella, ho una serenità e una consapevolezza che mi fanno stare bene e ogni mattina, anche se magari ho passato la notte in bianco, ringrazio per la gioia che provo. Ci tenevo tanto a dare un messaggio positivo e non avevo dubbi che avresti colto! <3
      Un bacione

Rispondi a Roberta Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *