America Massachusetts

Boston per amanti della lettura: dalla Boston Public Library alle librerie più belle della città

Cosa vedere a Boston se amate i libri: la biblioteca pubblica più grande degli Stati Uniti, una piccola libreria italo-americana e la mia libreria preferita in città.

La scintilla che scatta con una città dipende da tanti fattori. Un luogo che supera le nostre aspettative, una sensazione particolare, un raggio di sole e un cielo azzurro che fanno risplendere i tetti, i sorrisi di chi la abita. Nel mio caso di solito è un insieme di tutto questo: mi innamoro di una città passo dopo passo, con un’emozione, un angolo non turistico, un’opera d’arte, una libreria o una biblioteca. Penso che l’importanza riservata ai libri dica molto di una città e dei suoi abitanti. E Boston in questo si è rivelata perfetta, mi ha stupito con tre indirizzi molto diversi tra loro ma ugualmente affascinanti. La biblioteca cittadina, una piccola libreria italiana e una rivendita di libri e mappe antiche nascosta tra palazzi moderni e grattacieli. Ve li presento uno ad uno.

 

Boston Public Library: la prima biblioteca pubblica gratuita degli Stati Uniti

Una delle prime cose che ho visto durante il nostro soggiorno a Boston è stata la Boston Public Library, la biblioteca pubblica più grande degli Stati Uniti, inaugurata nel 1852. Un luogo iconico, perché è stata la prima biblioteca al mondo in cui, oltre a consultare i libri, era anche possibile prenderli in prestito gratuitamente e perché è stata la prima ad avere una sezione dedicata ai libri per bambini. Una visita emozionante, come lo sono state finora forse solo quelle alla New York Public Library e alla biblioteca della Yale University.

boston public library

La Boston Public Library accoglie i visitatori con un’elegantissima facciata rinascimentale, che è solo il preludio di ciò che si trova al suo interno. Un trionfo di arredi antichi ed affreschi, che sembrano voler ricordare il rispetto dovuto ad un luogo come questo. E un cortile interno che assomiglia ad un chiostro, circondato da un porticato sotto cui ci si può sedere a leggere alla luce del sole nel silenzio più totale. Ma la vera meraviglia della Boston Public Library è la Bates Hall, la sala di lettura. Un ampio spazio con il soffitto a volta, illuminato dolcemente sia dalle ampie vetrate alle pareti che dalle abat-jour poste sui tavoli e che danno un delizioso tocco retrò all’ambiente.

boston public library

boston public library

 

I am Books: la libreria italiana del North End

Tra le vie di North End, la vivacissima Little Italy di Boston, c’è un pezzetto d’Italia curato con amore e passione, una piccola libreria indipendente che è un vero e proprio polo culturale e centro di aggregazione per gli appassionati di cultura e letteratura italiana. Aperta nel 2015 dal romano Nicola Orichuia e dall’italo-americano Jim Pinzio, I am Books è l’unica libreria italo-americana degli Stati Uniti. Non solo un semplice negozio, ma una vivace sede di eventi di vario tipo, dalle presentazioni letterarie a piccoli concerti a lezioni di lingua italiana.

cosa vedere a boston - libreria

Una libreria curata nei minimi dettagli, al piano terra di un edificio dalle pareti in mattoni rossi. Uno spazio piccolo ma ben organizzato, in cui trovano posto soprattutto libri ambientati in Italia e opere di scrittori italiani, in lingua o tradotte, sia contemporanee che classiche, dalla Ferrante a Camilleri, da Calvino a Levi a Eco. La parte posteriore della libreria è interamente dedicata ai libri per bambini, un angolo colorato e che sembra creato su misura per i più piccoli. E infine cartoline, calamite, e altri piccoli gadget dedicati all’Italia, uno spaccato del nostro Paese in cui ritrovarne l’atmosfera.

cosa vedere a boston - libreria

libreria a boston

libreria a boston

 

Commonwealth Books: la libreria più bella di Boston

Sapete qual è secondo me la cosa più bella delle librerie? Che inconsapevolmente sono unite da un filo invisibile, a volte così sottile da non essere facilmente individuabile. Chiacchierando della nostra comune passione per i libri, la dolcissima ragazza toscana che era in cassa alla “I am Books” mi ha suggerito di fare un giro da Commonwealth Books, uno dei suoi luoghi del cuore a Boston, in cui mi ha detto di esser sempre riuscita a trovare qualche testo fuori dall’ordinario. Non me lo sono fatta ripetere due volte e, il giorno stesso, ho cercato questa libreria, semi-nascosta dalle impalcature in una laterale di Washington Street.

libreria a boston

Una vetrina carinissima con le lucine natalizie, uno spazio delizioso, sospeso nel passato, piccolo e pienissimo di libri e stampe antiche da terra fino quasi al soffitto. Libri in lingua, libri di nicchia (scordatevi i best-sellers da classifica), libri rari protetti da una teca di vetro, centinaia di bellissime stampe antiche, nessun turista ma solo appassionati e amanti del genere. Arredi scuri non di particolare pregio, targhette con le indicazioni rigorosamente fai-da-te, stampate a computer e attaccate con del normalissimo nastro adesivo, citazioni letterarie e aforismi scritti a mano su bigliettini incollati agli scaffali. Una libreria di lettori e per i lettori, dove le poche informazioni ti permettono solo di individuare la sezione giusta e poi sei tu a dover curiosare per trovare ciò che ti serve, lasciandoti nel frattempo catturare dagli altri titoli che silenziosamente stanno uno accanto all’altro. Il proprietario un po’ avanti con gli anni, colto e signorile, osserva tutto e tutti senza invadenza e dispensando consigli preziosi su richiesta.

Sono entrata in punta di piedi, sentendomi per un momento quasi un’intrusa nella placida quotidianità di questa libreria. Mi sono incantata davanti alle stampe in carboncino e davanti ai volumi d’arte, osservando in silenzio il perfetto disordine che mi circondava. Mi sono innamorata del calore di questo luogo, una sorta di rifugio fuori da qualsiasi percorso turistico, pur trovandosi nel cuore di Downtown.

libreria a boston

libreria a boston

libreria a boston

libreria a boston

Sono sicura che Boston nasconda molte altre bellissime librerie e non vedo l’ora di tornare a scoprirle. Se avete degli indirizzi da segnalarmi vi aspetto nei commenti!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *