America Massachusetts

Boston, cosa vedere lungo il Freedom Trail: itinerario a piedi tra le attrazioni storiche

Visitare Boston attraverso il Freedom Trail, cosa vedere lungo il percorso pedonale che ripercorre la storia della città.

Durante il nostro soggiorno a Boston abbiamo dedicato un’intera giornata a percorrere il Freedom Trail, il percorso storico che attraversa la città raccontandone gli eventi più significativi.

Cos’è il Boston Freedom Trail?

Il Freedom Trail (che letteralmente significa “percorso della libertà”) è un sentiero pedonale che si snoda lungo le vie di Boston per circa 4 km, attraversando alcuni dei quartieri più belli e caratteristici della città, da Downtown a Beacon Hill, da North End a Charlestown. Un modo alternativo per visitare la capitale del Massachusetts ripercorrendone la storia e gli eventi che l’hanno segnata, in particolare negli anni della Rivoluzione Americana.

Boston infatti, fondata da coloni puritani in fuga dall’Inghilterra, di distinse da subito, tra tutte le colonie, assumendo un ruolo di rilievo nella ribellione contro la madrepatria fino ad essere protagonista della Rivoluzione Americana. Il Freedom Trail consente di vedere e visitare i siti storici che hanno fatto da sfondo a questi eventi, dal luogo in cui è stato organizzato il Boston Tea Party alla casa del patriota Paul Revere.

Il modo migliore per percorrere il Freedom Trail è ovviamente a piedi ed è semplicissimo farlo anche senza piantina alla mano, perché il sentiero è indicato da una serie di mattonelle rosse sui marciapiedi. Per una visita che preveda una sosta solo nei siti più rappresentativi considerate circa 3-4 ore, se invece volete ferrmarvi in tutte le sedici tappe vi servirà un’intera giornata.

 

Quali sono le tappe del Boston Freedom Trail e cosa vedere

Le tappe del Boston Freedom Trail sono 16, tra chiese, cimiteri, abitazioni storiche e molto altro. Alloggiando a pochi passi dal Boston Common, per noi è stato ovvio percorrere il Freedom Trail da sud verso nord, partendo proprio dal parco che è idealmente la prima tappa. Se volete seguire anche voi il nostro itinerario la fermata della metropolitana più comoda è quella di Park Street.

Ecco quindi cosa vedere lungo il Boston Freedom Trail.

1. Boston Common

Uno dei parchi pubblici più grandi di Boston e il più antico degli Stati Uniti, dove si trova anche il Visitor Center in cui potrete richiedere una mappa del Freedom Trail. Il Boston Common, tra Downtown e il quartiere di Beacon Hill, è uno dei parchi più belli che abbia mai visto, tra aiuole coloratissime, laghi e ponticelli in legno, la mia sosta preferita in città. Durante il nostro soggiorno a Boston ci siamo concessi ogni mattina una lunga passeggiata nel verde, fermandoci sempre al solito banchetto per comprare una limonata fresca.

percorrere il freedom trail a boston

2. Massachusetts State House

Tra le cose da vedere assolutamente a Boston non può mancare la State House, tutt’oggi sede del governo dello stato del Massachusetts. Si trova a pochi passi dal Boston Common, in cima alla collina di Beacon Hill, e già dal parco è impossibile non notare la sua cupola dorata, un colore dovuto alle lastre di rame con cui è stata ricoperta.  

percorrere il freedom trail a boston

3. Park Street Church

Scendendo dalla collina della State House e proseguendo lungo Park Street arriverete a Park Street Church, la terza tappa del Freedom Trail. Si tratta di una chiesa evangelica con un altissimo campanile, che durante la guerra del 1812 venne anche usata come deposito per la polvere da sparo. Gli interni sono molto semplici, quasi essenziali, in pieno stile del New England, ed è possibile anche prendere parte alle funzioni, ci sarà sempre qualcuno che cercherà di chiacchierare con voi per raccontarvi che da sempre Park Street Church è attiva nel campo dell’integrazione razziale e del sostegno alle missioni nel mondo.

4. Old Granary Burying Ground

Adiacente alla chiesa si trova uno dei cimiteri più antichi di Boston, l’Old Granary Burying Ground, in cui riposano esponenti di spicco della storia cittadina, tra cui i patrioti Paul Revere, Sam Adams e Benjamin Franklin. Si tratta di un luogo molto suggestivo ma la cui atmosfera è purtroppo spesso rovinata da turisti incivili che pensano solo a scattarsi un selfie. Vi consiglio quindi di visitarlo al mattino presto, così da poterlo apprezzare nel silenzio più totale.

5. King’s Chapel & Burying Ground

Dal lato opposto della strada rispetto a Park Street Church si trovano la King’s Chapel, una chiesa in stile georgiano tra le più belle degli Stati Uniti, e un piccolo suggestivo cimitero con le tombe di personaggi di spicco della storia di Boston.

tappe del boston freedom trail

6. First Public School

Proseguendo lungo i mattoncini rossi del Freedom Trail arriverete nel punto, identificato oggi da un mosaico, in cui sorgeva la Boston Latin School, la prima scuola pubblica d’America (anche se frequentata solo da maschi). Qui studiò anche Benjamin Franklin e in suo onore è stata costruita una statua.

7. Old Corner Bookstore

Ex farmacia e poi biblioteca, questo sito fu il centro della vita letteraria di Boston, anche se oggi al suo posto si trova una sede di una nota catena di fast-food messicano.

8. Old South Meeting House

All’angolo tra Milk Street e Washington Street, nel cuore di Downtown, si trova un bellissimo edificio storico, un’ex chiesa che fu la base in cui venne organizzato il Boston Tea Party, il famoso atto di protesta contro il governo inglese a seguito del continuo aumento delle tasse nelle colonie americane. Il 16 dicembre 1773 dei giovani coloni, appartenenti ad un movimento nazionalista, salirono a bordo delle navi inglesi attraccate al porto travestiti da indiani, e buttarono in mare le casse di tè.

tappe boston freedom trail

9. Old State House

Il mio edificio preferito in città, nonché il più antico edificio pubblico di Boston. L’Old State House è la nona tappa del Freedom Trail. Bassa e con le pareti in mattoni rossi, è inserita in un contesto architettonico modernissimo che sembra voler metterla in risalto. Grattacieli e vetrate a tutta parete incorniciano questo pezzo di storia americana, dal cui balcone, nel 1776, fu letta ai bostoniani la Dichiarazione d’Indipendenza. L’interno, se possibile, è ancora più interessante, da manufatti dal diciottesimo secolo a testimonianze di quelli che furono anni di forte coinvolgimento popolare.

cosa vedere lungo il boston freedom trail

10. Boston Massacre Site

Sulla pavimentazione proprio davanti l’Old State House si trova la decima tappa del Freedom Trail. Un cerchio di ciottoli che indica il luogo in cui, nel 1770, le milizie inglesi spararono sui civili uccidendo 5 persone. Questo fatto, noto come Massacro di Boston, fu la miccia che scatenò la Rivoluzione Americana. 

cosa vedere lungo il boston freedom trail

11. Faneuil Hall

Costruito per ospitare il mercato, qui si tennero dibattiti e incitamenti alla ribellione fin dai tempi della Rivoluzione Americana. Ancora oggi, ad ogni ora del giorno, c’è sempre una folla di persone radunate ad ascoltare chiunque voglia esprimere la propria opinione su qualsiasi argomento, dalla politica ad una semplice barzelletta.

12. Paul Revere’s House

Spostatevi a questo punto verso North End, uno dei miei quartieri preferiti di Boston, per visitare la Paul Revere’s House, la casa in legno più antica della città. Da qui Paul Revere, dopo aver notato le torce accese sulla Old North Church, iniziò la sua famosa cavalcata per avvisare i rivoltosi dell’arrivo delle truppe inglesi. La visita della casa è davvero interessante, non solo dal punto di vista storico, ma anche per capire quella che era la quotidianità in una semplice abitazione bostoniana dell’epoca.

cosa vedere lungo il boston freedom trail

13. Old North Church

La chiesa più antica di Boston. È qui che l’8 aprile del 1775 il sagrestano salì in cima al campanile per accendere le due torce che avvisarono Paul Revere dell’avanzamento via mare delle milizie inglesi veso Lexington e Concord.

14. Copp’s Hill Burying Ground

Il terzo e ultimo cimitero di questo itinerario lungo il Freedom Trail, che purtroppo non siamo riusciti a visitare. Qui si trovano le tombe di molti mercanti e artigiani del quartiere e, durante la battaglia di Bunker Hill, gli inglesi usarono proprio questo sito come punto di osservazione, vista la sua posizione sopraelevata su un piccola collina.

15. Charlestown Navy Yard & USS Constitution

Da North End spostatevi poi verso Charlestown, il quartiere irlandese di Boston. È qui che, dopo aver attraversato il Charlestown Bridge, troverete la meravigliosa USS Constitution, la nave militare ancora galleggiante più antica del mondo, varata nel 1794.

16. Bunker Hill Monument 

L’ultima tappa del Freedom Trail è il Bunker Hill Monument, un obelisco di granito alto ben 67 metri, eretto a memoria della battaglia di Bunker Hill del 1775. Salendo i quasi 300 gradini che portano in cima potrete ammirare Boston dall’alto oppure, se non siete così allenati, potrete rilassarvi nel parco circostante.

 

Eccoci alla fine di questo itinerario lungo il Freedom Trail, il percorso che per noi ha rappresentato il modo migliore per iniziare a scoprire Boston. Il fatto che si snodi attraverso quartieri diversi ci ha anche permesso di capire subito su quali zone avremmo voluto concentrarci nei giorni seguenti e ci ha dato la possibilità di apprezzare i diversi volti di Boston, dall’eleganza di Downtown alla vivacità di North End. Se cercate altre informazioni su questo percorso vi suggerisco di consultare anche il sito dell’Ente del Turismo.

cosa vedere lungo il boston freedom trail

 

Articolo in collaborazione con Visit Massachusetts Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *